Articolo tratto da http://www.ilsudest.it

IMG_0241.JPG  www.ilsudest.it

di MADDALENA CELANO

Per il riconoscimento del ruolo delle donne e la sovranità popolare! Contro l’interferenza imperialista! Nessun passo indietro per i diritti delle donne.

Per una maggiore solidarietà femminile nella loro lotta per la giustizia sociale e il progresso!

Tra il 15 e il 16 settembre 2016 sono stata invitata, come federata, al XVI Congresso Internazionale della la FDIM / WIDF, fondata più di 70 anni fa a Parigi e che riunisce associazioni di donne dei cinque continenti, in Colombia, a Bogotá.

La FEDIM ha contribuito alla costruzione del processo di pace in Colombia. Processo che si propone di superare le cause politiche, economiche e sociali del conflitto che in Colombia dura da circa 50 anni e che, attualmente, si trova in una fase di stallo, un processo di pace mai del tutto portato a termine. La FEDIM ritiene che sia necessario consolidare uno scenario in cui le donne diventino parte essenziale della trasformazione sociale, per la costruzione di un paese con un’ autentica giustizia sociale. Pertanto, il XVI Congresso della Federazione Internazionale Democratica WIDF delle donne in Colombia, si colloca in un momento cruciale della lotta per la pace in Colombia e nel mondo, quando le azioni delle maggiori potenze mondiali dirette verso un nuovo scenario che minaccia apertamente di diventare la Terza Guerra Mondiale. Dunque, l’evento ha costituito l’opportunità di riunire forze d’alternativa, processi democratici e di emancipazione contro tutte le vestigia della guerra.

Le donne sono sempre state storicamente protagoniste nella lotta per la pace, guidate da valori e principi come la solidarietà e il dialogo, come modalità privilegiata per la risoluzione dei conflitti. La lotta delle donne e la loro organizzazione (FDIM / WIDF), in tutto il mondo, hanno garantito il diritto a una vita dignitosa, hanno lottato per ottenere maggior riconoscimento, per superare le relazioni di subordinazione e raggiungere una più profonda uguaglianza tra uomini e donne.

Nello stesso momento, l’America Latina è oggi leader mondiale di cambiamenti epocali, di audaci esperimenti politici e culturali, un nuovo percorso intellettuale ed educativo in cui le donne si posizionano in prima linea per condurre battaglie sociali e civili che prevedano maggior giustizia di genere, equità e democrazia.

Il desiderio espresso dalle donne colombiane è stato quello di rendere la parola, di dare voce femminile a un disagio storico e civile della popolazione colombiana, individuare soluzioni basate sull’ equità e la giustizia. Visualizzare i valori base della civilizzazione è il quotidiano lavoro delle donne e delle nostre genealogie. Tutto parte dalla mediazione femminile, dai nostri corpi come territori di pace, entità che dovranno rendersi maggiormente autonome e libere per promuovere i valori di scambio, di dialogo e di convivenza civile.

La FDIM / WIDF riunisce milioni di donne di tutto il mondo, ha una presidenza globale con sede in Brasile, e la struttura della sua Segreteria Globale comprende cinque vice-presidenti di varie regioni (America e Caraibi, Europa, Africa, Medio Oriente e Asia).

La brasiliana Marcia Campos, Presidente della Federazione Democratica Internazionale delle Donne (WIDF), ha affermato che nei 70 anni di organizzazione sono stati raggiunti più di cento paesi dei cinque continenti, confrontandosi quotidianamente con l’imperialismo ed i suoi tentativi di dominare il mondo e mortificare il mondo femminile.

Ciò è stato confermato in un messaggio inviato alla riunione WIDF che si è tenuta all’Avana nel contesto delle celebrazioni per i sette decenni di questa istituzione.

Beatriz Rocha, della Confederazione delle Donne del Brasile, ha letto il messaggio di Campos, in cui la leader internazionale ha sottolineato il desiderio di una dominazione imperiale sempre più orientato a rendere difficile la condizioni di vita delle donne.

Considerando che la storia di WIDF si fonda sull’esprimere solidarietà verso tutti i popoli che hanno combattuto e continuano a combattere per la libertà, l’autodeterminazione, lo sviluppo e la pace, esprimendo sempre sostegno alle lotte per l’indipendenza nazionale e la sovranità, contro il colonialismo e l’apartheid,

considerando che WIDF promuove azioni di solidarietà con le organizzazioni femminili e diverse donne lavorano per migliori condizioni di vita nei loro paesi, proteggendo gli ideali di libertà, progresso e sviluppo dei popoli, durante il  XVI CONGRESSO WIDF, convocato a Bogotá, si è espressa forte solidarietà verso il processo di cessate il fuoco e la pace in Colombia, nonché il supporto alla lotta delle donne nella Repubblica Bolivariana del Venezuela e la fine del criminale embargo statunitense contro Cuba.