vilma   Questo 10 maggio a Cuba hanno presentato il libro dedicato a Vilma Espin, in occasione della Festa della Mamma.

Lucila Vilma Espin

fu una delle personalità più importanti del movimento rivoluzionario cubano.

Eroina della Repubblica di Cuba e presidentessa fondatrice della Federazione delle Donne Cubane nel 1960, con il nome di battaglia di Deborah, fu una combattente straordinaria. Ha combattuto sotto il comando di Frank País García, soprattutto durante la rivolta del 30 novembre 1956 a Santiago di Cuba. Si unì all’Esercito Ribelle nella Sierra Maestra, proprio quando la sua vita fu in estremo pericolo a causa di in’ insurrezione urbana da lei capeggiata. Divenne un ingegnere chimico, ed ebbe incarichi di responsabilità nell’ esercizio di tale professione. Subito dopo il trionfo della Rivoluzione Cubana, divenne la responsabile per la raccolta di striscioni e manifesti per rivendicare i diritti delle donne. Descrivere le caratteristiche del suo lavoro è facile e difficile allo stesso tempo. Facile perché tutti i cubani sanno cosa ha realizzato durante la rivoluzione, in particolare per le donne e i bambini. Difficile perché non si comprende dove abbia attinto le forze per compiere le sue pericolose ed avventurose azioni, per proporre idee ed organizzare le varie attività politiche e sociali, sempre con la sua voce delicata e la ferma volontà di reclamare un ruolo attivo e la parità delle donne nella società. Dal 1959 è stata direttrice principale delle politiche statali e delle azioni-sociali per realizzare il pieno accesso delle donne cubane ai loro diritti civili e politici. Grazie ad una serie di riforme da lei proposte e portate avanti, attualmente, le donne cubane risultano essere tra le più emancipate di tutta l’ America-Latina. Parlando di festa della mamma e del tradizionale Sabato del Libro che si tiene a Plaza de Armas, questa volta si è fatto il nome del testo “Vilma Espin: Il fuoco della libertà”. Il libro pubblicato dalla Casa Editrice de la Mujer, con testi introduttivi, l’ introduzione ed i commenti di Yolanda Ferrer Gómez e Carolina Aguilar Ayerra, comprende discorsi, interviste e note della combattente, rivoluzionaria e femminista-cubana Vilma Espin. E ‘anche un’ opera che aiuta a comprendere l’ azione ed il pensiero della rivoluzionaria-cubana. Illustrato da più di cento fotografi: propone un viaggio attraverso alcuni momenti chiave della vita personale e sociale della combattente-femminista. Vilma appartiene al lignaggio delle eroine e degli eroi che trascendono il tempo di lasciano la loro impronta eterna. “Vilma Espin: Il fuoco della libertà” è un materiale di riferimento sulle lotte emancipazioniste delle donne cubane, il pensiero egualitario e l’inclusione sociale. Yolanda Ferrer Gómez e Carolina Aguilar Ayerra sono anche le compilatrici del volume “Donne e Rivoluzione”, un lavoro arricchito da testimonianze grafiche, i discorsi, le lettere e le interviste sulle personalità femminili della storia di Cuba a partire dall’anno 1959-2007. Maddalena Celano articolo pubblicato su www.ilsudest.it il Venerdì 08 Maggio 2015